I pastori non dormono mai

È sabato mattina e si può dormire. A meno che non abbiate una figlia che va alla scuola materna e che non siate sotto Natale. Allora non ce n’è per nessuno.

Come ci illustra la diapositiva qui sopra la folle famiglia si divide in due gruppi: da un lato quelli (quasi tutti) che vorrebbero dormire e dall’altro quella (si, una sola, quella piccola) che ha deciso che non si può non cantare sotto Natale e chissenefrega se non sono neanche le 7.

E poi ci sono io che tanto mi sveglio lo stesso perché ormai “sei il più vecchio della famiglia!“.

Pepita: “lieti pastori venite alla capanna e sentirete cantare gloria osanna!“.

Babbo: “ma dobbiamo proprio cantare di mattina?“.

P: senza nemmeno pensare a una risposta – “lieti pastori venite alla capanna e sentirete cantare gloria osannaaa!“.

B: “Pepita ma mi hai ascoltato?“.

P: “solletici solletici venite con amor“.

B: “eh? Solletici? Ma no si dice solleCiTi” .

P: “no Ho, l’hanno detto le maestre. Solletici pastori! Senti: lieti pastori venite alla capanna e sentirete cantare gloria osannaaaaaaaaa!“.

B: “ma Pepita…”.

P: “lieti pastori venite alla capannaaaa…“.

Vabbeh, buon sollecito week end a tutti.

10 Responses

  1. Emiliano Bonetti ha detto:

    Buon solletico weekend e ci vediamo domani. Perché nemmeno la domenica si dorme….

  2. Ore 8 di casa Solagni/Masciarelli…”MammaMammaMammaMamma!!facciamo colazione e un lavoretto di Natale?”

  3. Vi dico solo che sul tavolo c’erano contemporaneamente tazze/colla/biscotti/forbici/cucchiai/neve spray…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: